Pascoli e la melica corale

di Maria Cannatà Fera

Messina, Centro Internazionale di Studi Umanistici, 2020, 184  pp.; 25 cm.
ISBN 978-88-87541-88-5

€ 30

anche in versione digitale
http://digital.casalini.it/9788887541885

 

 

 

 

INDICE GENERALE

Premessa

I. «Offrire all’Italia la lirica pindarica o corale»

II.  Terpandro Alcmane Stesicoro Ibico

  1. «L’educazione musica a Sparta»
  2. Il notturno di Alcmane
  3. «Il continuatore lirico dell’epopea Omerica»
  4. I «cidonii meli» di Ibico

III. Le «parole eterne» di Simonide

  1. Simonide ne I vecchi di Ceo?
  2.  Il poeta del pathos
  3. Poetica simonidea
  4. Il poeta ‘civile’

IV. Religiosità e pessimismo. Pindaro (e Bacchilide)

  1. Progetti incompiuti
  2. Religiosità panica e dionisiaca
  3. Pindaro ne I vecchi di Ceo
  4. Achille bambino e il «giovane genere umano»
  5. La Sicilia
  6. Pessimismo
  7. Cromatismo e mito

V. Tra critica, poesia e polemica. Bacchilide

  1. La scoperta
  2. Bacchilide ne I vecchi di Ceo
  3. Polemiche

VI. L’epinicio

 

APPENDICI

Appendice A. Materiali versori

  1. Terpandro
  2. Aspettando il nuovo Bacchilide

Appendice B. L’articolo bacchilideo

 

INDICI

Indice delle fonti d’archivio

Indice dei nomi